La Scuola

La Scuola dell'Infanzia Paritaria “San Lorenzo” è una scuola dell'infanzia privata che ha conquistato il proprio spazio nell'ambito dell'offerta formativa del circondario.

 

L’Ente Gestore è la Fondazione “Giovanni Maria Fabbri” già Istituto per Orfani, dedicato al filantropo di San Savino di Montecolombo scomparso orfano ed in giovane età, che nel proprio testamento devolse tutti i suoi averi alla creazione di un istituto che potesse aiutare i giovani in difficoltà.

Si trova nell'omonimo quartiere di Riccione e fu inaugurata in concomitanza dell'inizio dell'anno scolastico 1992-1993, con lo scopo di rendere nuovamente operativo l'asilo parrocchiale delle suore Francescane Adoratrici, chiuso appena un anno prima.

Aderì poco tempo dopo alla F.I.S.M. (Federazione Italiana Scuole Materne), organismo che oltre a rappresentarla a livello nazionale, le consente di mantenere costantemente aggiornato il personale docente e scambiare e confrontare progetti, programmazioni e know-how con insegnanti e coordinatori di altre scuole private della provincia.

Nel 2001 col D.M. n. 83, la Scuola ottenne la parità, ovvero la legale equiparazione alle scuole dell'infanzia statali.

servizi offerti

La Scuola dispone di un servizio mensa interno che prepara il pranzo quotidianamente. Gli alimenti vengono preparati, cucinati e serviti sul momento da parte di personale addetto alla refezione: ogni classe consuma i pasti con le sue due maestre all'interno della propria sezione alle ore 12.

La dieta quotidiana prestabilita da un menù bilanciato elaborato stagionalmente dalle dietiste del Dipartimento Sanità Pubblica - U.O. Igiene degli Alimenti e Nutrizione della Ausl di Rimini. Il menù quotidiano si trova ben visibile su di una lavagnetta all’ingresso e quello generale è appeso in bacheca, sempre all’ingresso.

Lo stato di cura e d’igiene degli ambienti della cucina tenuti quotidianamente sotto accurato controllo da parte del personale addetto della scuola la quale si attiene al nostro piano d’autocontrollo per l’analisi dei punti critici (HACCP) e periodicamente da quello della stessa AUSL, la quale così si fa garante del rispetto della corretta applicazione della normativa sull’igiene.

 

disposizione e organizzazione degli spazi

L’ambiente riveste un ruolo importante, è per il bambino un punto di riferimento, che attira le sue simpatie e le sue curiosità, stimola le azioni, le esplorazioni, le relazioni.

Le sezioni della scuola sono suddivise in spazi d’attività, ognuno con funzioni e materiali specifici, finalizzati a rispondere alle esigenze evolutive e conoscitive del bambino, invitandolo a fare, prendere iniziative, arricchire le sue capacità e socializzando con gli altri bambini.

All’interno di ogni sezione sono allestiti angoli, o “centri d’interesse” che i bambini possono utilizzare per organizzarsi in varie forme di gioco libero e per esprimere e comunicare spontaneamente.

  • Angolo morbido: costituito da un coloratissimo tappeto con cuscini di varie dimensioni, dove il bambino può esprimere l’intimità e l’affettività con l’insegnante e con gli altri bambini.

  • Angolo del gioco simbolico: (angolo delle bambole, della cucina, dei travestimenti, del materiale di recupero) costituito sia da uno spazio per la cucina con tavolo, sedie, utensili, frutti e verdure di plastica, sia da bambole e oggetti familiari (bottiglie, piatti, colini, spremiagrumi, …) oggetti che si prestano al travaso e a “far finta di …” e che stimolano una manipolazione fine (svitare il tappo, chiudere, aprire, …). Nell’angolo dei travestimenti si trovano indumenti, borse, cappelli, collane, … che favoriscono nel bambino giochi d’immaginazione.

  • Angolo dei mestieri: con tavolo da lavoro e utensili come trapano, pinze, sega circolare, cacciaviti.

  • Angolo costruzioni: contenitori con diversi tipi di materiali e accessori per dare libero sfogo all’inventiva e all’immaginazione

  • Angolo delle presenze e del tempo: dove si trovano le fotografie personali, pannello per le presenze e dove ogni giorno ci si ritrova per cantare, ballare e fare il gioco del “chi c’è, chi non c’è” utilizzando la propria foto ed evidenziare “che tempo fa”.

  • L'angolo lettura (solo uno, nel salone): costituito da libri di diversa grandezza e materiale (stoffa, cartone, …) con cui il bambino si può ritrovare da solo o in piccolo gruppo con o senza la presenza dell’adulto. E’ un momento in cui attraverso la visione d’immagini, egli è stimolato nella conoscenza di parole nuove e della loro espressione verbale per arrivare alla comunicazione attraverso il linguaggio.

Orario e Attività

Ore 8 – 9 Ingresso a scuola.

Alunni e genitori vengono accolti dalle insegnanti nella propria sezione.

 

Ore 9 Chiusura del cancello.

Gioco libero.

 

Ore 10 – inizio dell'attività didattica.

Gli alunni si raccolgono insieme alle insegnanti. Iniziano le routine della giornata. Si fa una piccola colazione insieme a base di pane o frutta.

 

Ore 10,20 Attività strutturata in aula o laboratorio

Si lavora giocando…

Ore 11,20 -11,30 Uscita bimbi prima del pranzo

Ore 11,45 -12,30 Pranzo

Ore 12,30 - 13,15 Uscita bimbi dopo pranzo

Ore 13,30  riposino pomeridiano.

 

Ore 15,15 Risveglio

Ore 15,30 Gioco libero o strutturato, lettura libera.

Ore 15,30 - 15,50  Uscita bimbi fine giornata

 

N.B. Una volta a settimana, si svolgono le attività complementari di psicomotricità (Amico Sport), insegnamento della religione (Atrio) e il/i laboratorio/i come da programmazione annuale.

© 2017 Scuola dell'Infanzia San Lorenzo

Fondazione Giovanni Maria Fabbri Viale S.ta Margherita Ligure,1 47838 Riccione P. IVA 00499920403

Credit Agricole Cariparma S.p.A. agenzia di Coriano, piazza don Minzoni, 11

IBAN: IT 97 A 06230 67770 000030088410

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now